TORNA ALLE NEWS

Iva, il Fisco invita a ravvedersi

Il Fisco invita i contribuenti Iva al ravvedimento, con mini-sanzioni. 

Per stimolare l’assolvimento degli obblighi tributari e favorire l’emersione spontanea delle basi imponibili, l’Agenzia mette a disposizione dei contribuenti le informazioni derivanti dal confronto tra le e-fatture emesse e le operazioni transfrontaliere comunicate dal contribuente, e le comunicazioni liquidazioni periodiche Iva. 

Sono disponibili le informazioni dalle quali emerge che, per il primo o secondo trimestre del 2019, risultano emesse fatture elettroniche o comunicate operazioni transfrontaliere e non risulta pervenuta alcuna comunicazione di liquidazione periodica Iva.

Nel caso in cui il contribuente ritiene corrette le informazioni del Fisco, può avvalersi del ravvedimento, che potrà essere posto in essere a prescindere dalla circostanza che la violazione sia già stata constatata, o che siano iniziati accessi, ispezioni, verifiche o altre attività amministrative di controllo, di cui i soggetti interessati abbiano avuto formale conoscenza.


Sei interessato all’articolo? Scrivici e verrai contattato da un nostro Consultant

@ Beneggi e Associati | Commercialisti al servizio delle imprese | Meda | Milano

condividi.