Partite Iva, chiusura d’ufficio per inattività

08 Dicembre 2019 Categorie: accertamento,agevolazioni,altro,antiriciclaggio,appalto,artigiani e commercianti,bilancio,blockchain,cittadini,crisi d impresa,Decreto Fallimento,dogana,edilizia,enti locali,Fallimentare,finanziamenti,fisco,governance e codice etico,guida 4.0,Industria 4.0,lavoro,locazione,marchi e brevetti,operazioni straordinarie,previdenz,previdenza,privacy,professionisti,responsabilità,revisione,riscossione,sicurezza sui luoghi di lavoro,societá,subappalto,terzo settore,

Per le partite Iva inattive da almeno tre anni scatta la chiusura d’ufficio. 

L’agenzia delle Entrate definisce i criteri e le modalità di applicazione della previsione normativa (articolo 35, comma 15-quinquies del Dpr 633/1972 modificato dal Dl 193/2016) e le forme di comunicazione preventiva al contribuente. 

Entro 60 giorni dalla ricezione della comunicazione di chiusura d’ufficio ci si può rivolgere all’Agenzia e fornire chiarimenti.


Sei interessato all’articolo? Scrivici e verrai contattato da un nostro Consultant

@ Beneggi e Associati | Commercialisti al servizio delle imprese | Meda | Milano