TORNA ALLE NEWS

Patent box 2016, istanza da ripresentare

La fine del 2016 coincide, per i soggetti con periodo d’imposta coincidente con l’anno solare, con il termine per esercitare l’opzione di adesione al regime agevolativo cosiddetto patent box, istituito dalla legge di Stabilità 2015, in relazione a nuovi beni immateriali (Ip).
Tutti coloro si trovino a soddisfare nel 2016 i requisiti soggettivi e oggettivi per l’accesso al regime e svolgano attività di ricerca e sviluppo, possono esercitare l’opzione per l’accesso all’agevolazione, integrata per obbligo o facoltà da un’istanza di Ruling.
È opportuno ricordare che le modalità di accesso al regime agevolativo si differenziano a seconda della tipologia di utilizzo e della controparte della transazione (infragruppo o con terzi), ma sono sempre vincolate all’esercizio dell’opzione.
Per quanto concerne il 2016, inteso quale periodo successivo al primo di effettivo accesso, l’esercizio della nuova opzione può quindi contemplare quattro scenari a seconda che il nuovo Ip sia:
• non soggetto a vincolo di complementarietà ad Ip per i quali è già stata esercitata l’opzione;
• soggetto a vincolo di complementarietà ad Ip per i quali è già stata esercitata l’opzione ed è stato già concluso un accordo di Ruling;
• soggetto a vincolo di complementarietà ad Ip per i quali è già stata esercitata l’opzione in assenza di istanza di ruling (perché non ammesso o per scelta);
soggetto a vincolo di complementarietà ad Ip per i quali è già stata esercitata l’opzione, con istanza di ruling presentata ma accordo non ancora conclus

condividi.