Piattaforma cessionari online per i bonus condominiali

19 Maggio 2019 Categorie: accertamento,agevolazioni,altro,antiriciclaggio,appalto,artigiani e commercianti,bilancio,blockchain,cittadini,crisi d impresa,Decreto Fallimento,dogana,edilizia,enti locali,Fallimentare,finanziamenti,fisco,governance e codice etico,guida 4.0,Industria 4.0,lavoro,locazione,marchi e brevetti,operazioni straordinarie,previdenz,previdenza,privacy,professionisti,responsabilità,revisione,riscossione,sicurezza sui luoghi di lavoro,societá,subappalto,terzo settore,

I crediti fiscali ceduti per ecobonus e sismabonus condominiali 2018 sono finalmente disponibili: chi li ha “acquistati”, tecnicamente il «cessionario», potrà accedere alla piattaforma crediti sul sito delle Entrate e, una volta effettuata l’accettazione, i crediti arriveranno nel suo cassetto fiscale. 

E’ prevista la possibilità, al posto della detrazione per le spese per interventi di riqualificazione energetica, di cedere il corrispondente credito ai fornitori che hanno effettuato gli interventi o a altri soggetti privati, con la facoltà di successiva cessione del credito e che l’articolo 16, comma 1-quinquies del decreto, prevede analoga possibilità per gli interventi antisismici effettuati sulle parti comuni degli edifici. 

Il primo passo, per i cessionari, è quello di entrare nella loro area privata, tramite l’area autenticata del sito internet dell’agenzia delle Entrate; poi si deve accedere a: La mia scrivania / Servizi per / Comunicare e cliccare sul collegamento Piattaforma Cessione Crediti. Qui si potrà visualizzare e accettare (o rifiutare) le cessioni dei crediti comunicate all’Agenzia dagli amministratori di condominio. E anche accedere al manuale utente. 

Dopo l’accettazione, spiega l’Agenzia, i crediti saranno visibili nel “cassetto fiscale” dei cessionari e potranno essere utilizzati in compensazione tramite modello F24, indicando i codici tributo 6890 (ecobonus) e 6891 (sismabonus), secondo le istruzioni indicate con la risoluzione 58/E del 25 luglio 2018. In alternativa, i cessionari potranno comunicare le eventuali ulteriori cessioni dei crediti ad altri soggetti, sempre attraverso la piattaforma. Dove infatti è prevista anche la funzionalità «cessione crediti» oltre a quelle di monitoraggio crediti, accettazione crediti e lista movimenti. L’accettazione e il rifiuto non possono essere parziali e sono irreversibili.

Si può usare la piattaforma anche per comunicare le eventuali ulteriori cessioni dei crediti relativi a lavori eseguiti nel 2017, già trasmesse lo scorso anno dagli amministratori di condominio all’Agenzia e già visibili nel cassetto fiscale dei cessionari e utilizzabili in compensazione.

Sei interessato all’articolo? Scrivici e verrai contattato da un nostro Consultant

@ Beneggi e Associati | Commercialisti al servizio delle imprese | Meda | Milano