Proprietà intellettuale, bandi Brevetti+, Disegni+ e Marchi+

23 Novembre 2019 Categorie: accertamento,agevolazioni,altro,antiriciclaggio,appalto,artigiani e commercianti,bilancio,blockchain,cittadini,crisi d impresa,Decreto Fallimento,dogana,edilizia,enti locali,Fallimentare,finanziamenti,fisco,governance e codice etico,guida 4.0,Industria 4.0,lavoro,locazione,marchi e brevetti,operazioni straordinarie,previdenz,previdenza,privacy,professionisti,responsabilità,revisione,riscossione,sicurezza sui luoghi di lavoro,societá,subappalto,terzo settore,

Nuove risorse per i bandi Brevetti+, Disegni+ e Marchi+.

  • Brevetti+ si propone di sostenere la valorizzazione economica dei brevetti da parte delle Pmi con sede in Italia. Gli aspiranti beneficiari sono titolari o licenziatari di un brevetto o hanno depositato una domanda di brevetto; analogamente, possono accedere ai benefici i soggetti in possesso di una opzione d’uso o di un accordo preliminare di acquisto o di acquisizione in licenza di un brevetto e gli spin-off accademici costituiti da meno di dodici mesi e titolari di un brevetto. Risultano, in particolare, agevolabili le spese per l’acquisizione di servizi specialistici per la valorizzazione economica del brevetto, le fasi di industrializzazione e ingegnerizzazione, organizzazione e sviluppo e trasferimento tecnologico. Il contributo concesso varia dall’80% al 100% delle spese sostenute.
  • Quanto al bando Disegni+, questo sostiene l’acquisto di servizi specialistici per favorire la messa in produzione di nuovi prodotti correlati ad un disegno/modello registrato e alla sua commercializzazione. Per il primo aspetto, sono ammissibili le spese sostenute, ad esempio, per la ricerca sull’utilizzo dei nuovi materiali, la realizzazione di prototipi e stampi e la consulenza specializzata nell’approccio al mercato (strategia, marketing, vendita, comunicazione). Per la seconda fase, invece, sono, ad esempio, ammissibili le spese sostenute per la consulenza specializzata nella valutazione tecnico-economica del disegno/modello e per l’analisi di mercato, ai fini della cessione o della licenza del titolo di proprietà industriale, ma anche la consulenza legale per la stesura di accordi di cessione della titolarità o della licenza del titolo di proprietà industriale.
  • Infine, l’incentivo Marchi+ è finalizzato a rinforzare la tutela dei marchi all’estero attraverso specifiche misure di sostegno alla capacità innovativa e competitiva delle imprese. Dovrebbero essere confermate due linee di intervento. Una prima per favorire la registrazione di marchi dell’Unione europea presso Euipo (Ufficio dell’Unione europea per la proprietà intellettuale) attraverso l’acquisto di servizi specialistici. Una seconda, per favorire la registrazione di marchi internazionali presso Ompi (Organizzazione mondiale per la proprietà intellettuale) attraverso l’acquisto di servizi specialistici di consulenza legale per la stesura di eventuali accordi di segretezza.


Sei interessato all’articolo? Scrivici e verrai contattato da un nostro Consultant

@ Beneggi e Associati | Commercialisti al servizio delle imprese | Meda | Milano