TORNA ALLE NEWS

Smart working, incentivi dalla Lombardia

I beneficiari sono le imprese regolarmente iscritte alla Camera di Commercio di competenza ed i soggetti, in forma singola o associata, non iscritti alla Camera di Commercio, in possesso di partita IVA che devono avere una o più sedi operative attive in Lombardia, in cui dovranno essere svolte le attività finanziate ed avere un numero di dipendenti almeno pari a 3.

 

Ai soggetti beneficiari dell’agevolazione è messo a disposizione un voucher aziendale, a fondo perduto, per la fruizione di servizi di consulenza e formazione finalizzati all’adozione di un piano di smart working con relativo accordo aziendale o regolamento aziendale approvato e pubblicizzato nella bacheca e nella intranet aziendale (Azione A), ovvero per l’acquisto di “strumenti tecnologici” funzionali all’attuazione del piano di smart working (Azione B).

 

Il valore del voucher è dimensionato rispetto al numero di dipendenti dell’azienda, si passa da un minimo di € 7.500 ad un massimo di € 22.500.

 

Procedure attive dal 02 aprile 2020.

 


Sei interessato all’articolo? Scrivici e verrai contattato da un nostro Consultant

@ Beneggi e Associati | Commercialisti al servizio delle imprese | Meda | Milano

 

condividi.