Spese mediche 2019 senza fattura elettronica

28 Aprile 2019 Categorie: accertamento,agevolazioni,altro,antiriciclaggio,appalto,artigiani e commercianti,bilancio,blockchain,cittadini,crisi d impresa,Decreto Fallimento,dogana,edilizia,enti locali,Fallimentare,finanziamenti,fisco,governance e codice etico,guida 4.0,Industria 4.0,lavoro,locazione,marchi e brevetti,operazioni straordinarie,previdenz,previdenza,privacy,professionisti,responsabilità,revisione,riscossione,sicurezza sui luoghi di lavoro,societá,subappalto,terzo settore,

Gli operatori sanitari hanno il divieto di emettere fatture elettroniche per le prestazioni sanitarie i cui dati costituiscono oggetto di trasmissione attraverso la tessera sanitaria ai fini dell’elaborazione della dichiarazione dei redditi precompilata per la deducibilità delle spese. A tale riguardo, i soggetti tenuti all’invio dei dati possono far fronte all’obbligo di memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi giornalieri direttamente mediante il sistema Ts.

Il divieto di emissione di fatture elettroniche opera per tutto il 2019 e trova applicazione, per espressa previsione normativa (articolo 9-bis, comma 2, del Dl 135/2018), anche in relazione alle prestazioni sanitarie rese nei confronti delle persone fisiche da operatori non sono comunque tenuti all’invio dei dati con il Sistema Ts. 

Le fatture elettroniche emesse nei confronti dei consumatori finali sono rese disponibili, solo su richiesta, a questi ultimi, dai servizi telematici dell’agenzia delle Entrate.

Risulta invece immediatamente utilizzabile in compensazione il credito di imposta riconosciuto agli operatori per l’acquisto o l’adattamento di registratori o server telematici. Il credito, riconosciuto in misura pari al 50% della spesa sostenuta per ciascuno strumento, per un massimo di euro 250 in caso di acquisto e di euro 50 in caso di adattamento, è utilizzabile dalla prima liquidazione periodica dell’imposta sul valore aggiunto, successiva al mese in cui è stata registrata la fattura. L’ulteriore condizione richiesta per avere diritto al credito è l’effettuazione con una modalità tracciabile del pagamento della spesa per l’acquisto o l’adattamento.

Sei interessato all’articolo? Scrivici e verrai contattato da un nostro Consultant

@ Beneggi e Associati | Commercialisti al servizio delle imprese | Meda | Milano