TORNA ALLE NEWS

Start­up innovative, riordino degli interventi di sostegno

Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 244 del 17 ottobre 2019 il de­creto Ministero dello sviluppo economico che riordina gli interventi di sostegno alla nascita e allo sviluppo di start­ up innovative in tutto il territorio nazionale. 

Le modifiche sono finalizzate a semplificare ed accelerare le pro­cedure di accesso, concessione e erogazione delle agevolazioni, an­che attraverso l’aggiornamento delle modalità di valutazione delle iniziative e di rendicontazione delle spese sostenute dai beneficiari, nonché ad incrementare l’efficacia degli interventi con l’individuazio­ ne di modalità di intervento più adeguate al contesto di riferimento e idonee a consentire l’ampia partecipazione dei soggetti interessati. 

Il decreto prevede l’innalzamento del limite massimo di finanzia­ mento concesso, che passa dal 70% all’80% delle spese ritenute ammissibili. Per le start­up innovative localizzate nelle Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia il finanziamento agevolato è restituito dall’impresa beneficiaria in misura parziale, per un ammontare pari al 70% rispetto al precedente 80% dell’importo del finanziamento agevolato concesso. 

Sono ammessi alle agevolazioni anche i piani d’impresa ad alto contenuto tecnologico e innovativo; mirati allo sviluppo di prodotti, servizi o soluzioni nel campo dell’economia digitale, dell’intelligenza artificiale, della blockchain e dell’internet of things; o finalizzati alla valorizzazione economica dei risultati del sistema della ricerca pub­ blica e privata. Il decreto si sofferma inoltre sulle spese ammissibili e non, stabilendo che i piani di impresa devono prevedere spese, al netto dell’IVA, di importo non superiore a euro 1.500.000,00 e non inferiore a 100mila euro. 

Con successivo provvedimento del Direttore generale per gli in­centivi alle imprese, in corso di definizione, saranno stabilite le mo­ dalità di presentazione delle domande. Fino alla sua emanazione re­sta in vigore la disciplina prevista dal DM 24 settembre 2014 e dalle relative circolari attuative. 


Sei interessato all’articolo? Scrivici e verrai contattato da un nostro Consultant

@ Beneggi e Associati | Commercialisti al servizio delle imprese | Meda | Milano

condividi.