mano libera agli statuti sulle regole per le categorie di quote