fbpx
TORNA ALLE NEWS

Ristori-ter: nuovi codici Ateco per il ristoro automatico

 

Il decreto Ristori ter prevede l’inclusione delle attività di commercio al dettaglio di calzature tra quelle che, nelle cosiddette “zone rosse”, sono destinatarie del contributo a fondo perduto

Il Decreto Legge n. 154/2020, pubblicato in GU n. 291 del 23 novembre 2020, rappresenta il terzo atto del filone normativo che ha preso il nome di “Ristori”. Al comma 2 dell’art. 1, il nuovo DL provvede ad integrare l’elenco delle aziende beneficiarie del contributo a fondo perduto da destinare agli operatori IVA dei settori economici interessati dalle misure restrittive del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 3 novembre 2020.

 

L’allegato 2 del decreto legge n. 149 del 2020, dunque, viene integrato con un nuovo codice ATECO, il 47.72.10 corrispondente al comparto del “Commercio al dettaglio di calzature e accessori”, comparto che potrà beneficiare di una misura pari al 200% del contributo a fondo perduto introdotto dall’art. 2 del medesimo decreto legge.

 

È richiesto, in ogni caso, che i contribuenti beneficiari abbiano il domicilio fiscale o la sede operativa nelle aree del territorio nazionale, caratterizzate da uno scenario di massima gravità e da un livello di rischio alto (c.d. “zone rosse”).

 

Il contributo non spetta ai soggetti che hanno attivato la partita IVA a partire dal 25 ottobre 2020.

 

Il contributo verrà erogato seguendo la procedura già impiegata dall’Agenzia delle Entrate per i contributi previsti dal D.L. “Rilancio” e per quelli introdotti con il D.L. “Ristori”.

 

 

 

condividi.